VMworld 2017 Europe

Snart samlar vi 10 000 besökare i Barcelona

Mellan den 11 och 14 september är det dags för Europas största IT-event: VMworld 2017 Europe. I år samlas 10 000 besökare i Barcelona för att ta del av den senaste tekniken och de senaste nyheterna. Det är lätt att tro att det bara är fokus på VMware under VMworld, men det finns så mycket annan teknik och innovation som visas upp.

Dessutom är en mängd partners och kunder på plats som gärna delar med sig av sin expertis. VMworld arrangerar flera stycken &#rdquo;lunch and learn&#rdquo; för nordiska deltagare, där du kan lyssna till ett case eller träffa tjänsteleverantör för att lära dig mer om ett område.

Tidigare var VMworld väldigt teknikfokuserat och främst riktat åt dem som arbetar med servrar, men med tiden har eventet vuxit och antalet affärsområden har utökats. Mobilitet, säkerhet, automatisering och cloud management, för att ge några exempel.

I år kommer vi dessutom ha fyra teman – modernisering av datacenter, integration med publika moln, hur man skapar digitala arbetsplatser och hur man transformerar IT-säkerheten.

Låter det intressant? Registrera dig här och ta gärna kontakt med oss på VMware så guidar vi dig till rätt sessioner och experter under VMworld!

Read more..

The must-attend sessions for SISO partners at VMworld 2017 Europe

Guest blog from Seb Fitzjohn – EMEA Director, Global System Integrators and System Outsourcers at VMware. Follow him on Twitter at @sfitz100 for more updates.

Digital fluent partners, friends and evangelists… Thousands of industry-leading VMware partners and customers will be joining us for four days of innovation in Barcelona on 11-14 September for VMworld 2017 Europe. We would love you to join us and many of our partners from our Systems Integrator and Systems Outsourcer (SISO) programme.

IBM Cloud and Pivotal are prime examples of how VMware can work collaboratively to develop solutions that enable successful digital transformations across the globe, and we look forward to welcoming them and all our partners to Barcelona – kicking off with Partner Exchange on Monday 14th September.

VMworld 2017 Europe is set to be our biggest and best yet and will provide a chance to hear about our latest innovations in cloud infrastructure and digital workspace technology. Every year we not only reflect on how valued and integral our global SISO partners are in making innovation happen, but also look forward to the year ahead and talk through our vision for future collaborative products and solutions.

For a full breakdown of keynotes and sessions, don&#rsquo;t forget to check out the VMworld 2017 Europe content catalog. But what opportunities are on offer at VMworld 2017 Europe specifically for SISO partners who want to communicate our latest innovations to their customers, and also those wanting to learn more about VMware&#rsquo;s successful partnerships with SISOs?

Here are my top picks of must-attend SISO sessions and talks:

VMware + SISO: Accelerating Digital Transformations through Joint Technology Leadership & Compelling GTM Partnership
Monday, Sep 11, 4:00pm - 5:00pm

Global SISO VP David Parsons will highlight recent accomplishments and best practices of SISO partners using VMware technology as a growth enabler, and provide updates on SISO GTM and enablement programs, including news about VMware partnerships with AWS, IBM Cloud and Pivotal. VMware CTO, Global Field and Industry, Chris Wolf, will also outline technology investments and market changes creating new opportunities for our SISO partners in the years ahead.

Business Growth Series – Cloud Computing Partner Exchange Keynote
Monday, Sep 11th, 11.30am

With VMware, partners are uniquely positioned to deliver a common platform to manage multiple clouds and provide customers with freedom and control. Hear from industry experts on how you can navigate the multi-cloud world with ease.

We will also be hosting a private session with Joe Baguley (VP, Chief Technology Officer – EMEA) for our SISO partner technical leaders to have an open discussion about our announcements. It&#rsquo;s a great opportunity to deep-dive into these announcements, so our SISO partners can leave VMworld with a deeper understanding of how we can collaboratively help our customers.

Technical roundtable sessions with our product managers will also be running throughout the even, giving you the opportunity to have SISO-specific discussions with our experts.

I look forward to hopefully seeing you all at VMworld 2017 Europe!

Register here for VMworld 2017 Europe. Note that some sessions in this blog are for partners who purchased the Partner Exchange : VMworld 2017 pass.

Read more..

“Il mio VMworld”: i ricordi di David Baldinotti, Computer Gross

David Baldinotti, Business Unit Manager di J.Soft, divisione software di Computer Gross

Il primo VMworld al quale ho partecipato è stato quello del 2012 di Barcellona, era un momento in cui il tema legato alla virtualizzazione dell&#rsquo;infrastruttura stava andando a una velocità clamorosa. Intorno al Software-Defined Data Center c&#rsquo;era un forte interesse e tutti avevamo la grande curiosità e la voglia di essere partecipi di questo cambiamento così significativo, ossia reinterpretare l&#rsquo;IT lato infrastruttura.

La stessa curiosità che ho oggi alla vigilia del VMworld 2017 Europe, dal quale mi aspetto di approfondire la strategia di VMware soprattutto alla luce di tecnologie nuove su cui si sta puntando, come ad esempio l&#rsquo;iperconvergenza e la virtualizzazione delle reti. C&#rsquo;è sempre molta curiosità anche intorno all&#rsquo;area del Solution Exchange, dove è possibile incontrare player emergenti che presentano specifiche tecnologie. È un aspetto interessante del VMworld, perché VMware in questo senso spesso anticipa alcune tendenze ed è in grado di tracciare la direzione dell&#rsquo;IT e l&#rsquo;evoluzione di alcune tecnologie chiave.

Dal punto di vista delle novità che mi piacerebbe vedere annunciate quest&#rsquo;anno, il mio desiderio è uno sviluppo ulteriore dei temi legati ai servizi cloud, ossia che il Canale diventi un attore importante del processo. Penso ad esempio all&#rsquo;accordo con AWS e auspico un coinvolgimento importante dell&#rsquo;ecosistema di Partner.

E come parte del Canale VMware, per Computer Gross il VMworld rappresenta un momento di incontro e di scambio utile: partecipare ci permette di capire meglio la vision dell&#rsquo;azienda, di toccare con mano le novità, di comprenderne la portata. E, soprattutto, il VMworld è il momento in cui poter intrattenere relazioni a 360 gradi, che è alla base della nostra strategia, ma anche avere il punto di vista di chi gestisce Paesi e aree più vaste e arricchire così le proprie conoscenze che possono essere corroborate da una vision più ampia.

Se guardo al passato, un episodio che mi piace ricordare è legato al VMworld 2014: Computer Gross è stata premiata come &#rsquo;VMware EMEA Innovative Distributor of the year&#rdquo; all&#rsquo;interno della &#rsquo;EMEA VMware Partner Award&#rdquo;. È stato il risultato di un forte impegno che ci ha permesso di portare concreto valore al nostro Canale grazie a una condivisione degli obiettivi. Chissà che anche il 2017 non ci riservi qualcosa di importante.


Il VMworld 2017 sarà il più incredibile di sempre e noi abbiamo deciso di renderlo anche il più divertente!
Pubblica una tua foto ricordo significativa di un VMworld passato e lancia la sfida ai tuoi colleghi utilizzando l&#rsquo;hashtag#VMworldMemories.

 

Read more..

Kick start your VMworld 2017 Europe with Partner Exchange

Register today for Partner Exchange at VMworld 2017 Europe.

VMware partners - its nearly that time again! Partner Exchange (PEX) returns to VMworld 2017 Europe on the Monday, 11th September. In our usual home at the Fira in Barcelona, we&#rsquo;ll be offering our partners the content, tools and industry-leading knowledge they need to sell VMware products and solutions.

Bigger and better than ever, this year&#rsquo;s PEX will also see us running a series of value-added boot camps and enablement sessions on Sunday 10th September, all designed to educate and inspire sales teams and technical audiences from across our partner community.

Want to know more? Hear from Jean-Philippe Barleaza, VP Partners & Alliances VMware EMEA, and Hamish Switalla, Director Partner Marketing, VMware EMEA, in our brand-new video on why you can&#rsquo;t afford to miss PEX at VMworld 2017 Europe:

Come join us! Partner Exchange really is a fantastic opportunity for you to collaborate and network with peers, explore conversations around digital transformation, and immerse yourself in the latest in cloud infrastructure and digital workspace innovations. In addition, you can also connect with over 10,000 customers attending VMworld 2017 Europe from 11-14 September.

We look forward to welcoming you to Partner Exchange at VMworld 2017 Europe. Register here today.

Read more..

“Il mio VMworld”: Leonardo partecipa al VMworld Europe 2017 e anticipa i temi del Cybertech Europe

 

Andrea Biraghi, Managing Director della Divisione Security & Information Systems di Leonardo

Il VMworld rappresenta un evento fondamentale per comprendere meglio i trend e le novità tecnologiche, e credo che anche quest&#rsquo;anno sarà per Leonardo e per tutti i partecipanti un&#rsquo;occasione per approfondire le tendenze del mercato IT.

Dall&#rsquo;edizione 2017 mi aspetto di conoscere nuove soluzioni per le architetture Cross-Cloud - dopo l&#rsquo;annuncio della partnership con Amazon Web Services - in grado di supportare la trasformazione digitale, e alcune novità per la fruizione in sicurezza di contenuti anche in mobilità.

Ho partecipato al VMworld del 2016 a Barcellona e sono rimasto molto colpito dalla enorme partecipazione: 10 mila persone provenienti da 96 Paesi, più di 2.900 partner, oltre 2.000 clienti. In particolare, il momento che ritengo più significativo è stato l&#rsquo;intervento di Pat Gelsinger, CEO di VMware, che, oltre a spiegare come l&#rsquo;era in cui viviamo sia caratterizzata dal passaggio da &#rsquo;traditional business&#rdquo; a &#rsquo;digital business&#rdquo;, ha parlato di Leonardo come di un&#rsquo;azienda leader nel settore della sicurezza e come un esempio di innovazione digitale, motivo per noi di grande orgoglio.

Non solo, uno degli episodi del VMworld 2016 che ricordo con più piacere è stato l&#rsquo;incontro a cena con Pat, durante il quale il CEO ha ripercorso alcuni frammenti di vita professionale passata, quando aveva collaborato con Steve Jobs. La leadership di VMware in questo settore è frutto, anche in questo caso, di una grande visione unita all&#rsquo;attenzione &#rsquo;maniacale&#rdquo; per il cliente.

 

 

Il VMworld anticiperà di pochi giorni un evento che anche quest&#rsquo;anno vede Leonardo protagonista in qualità di co-organizzatore e di sponsor, il Cybertech Europe 2017, uno dei più grandi appuntamenti a livello mondiale dedicato alle soluzioni di cyber security e intelligence, e VMware sarà dinuovo fra gli sponsor della manifestazione.

Nel corso dell&#rsquo;evento, che si svolgerà a Roma il 26 e 27 settembre presso il nuovo Centro Congressi &#rsquo;La Nuvola&#rdquo;, sono previsti incontri e conferenze nonché l&#rsquo;esposizione delle ultime soluzioni innovative del panorama cibernetico: un&#rsquo;occasione unica di dialogo internazionale per approfondire e confrontarsi su minacce informatiche, esigenze di mercato e future strategie.

Leonardo, in particolare, esporrà le tecnologie e i servizi sviluppati per garantire lasicurezza delle infrastrutture, dellapubblica amministrazione, delle imprese e del singolo cittadino. Leonardo fornisce, infatti, sistemi per il mondo della Difesa e per il mercato civile, offrendo il massimo livello di supporto durante tutte le possibili fasi di intervento: dall&#rsquo;analisi del rischio, alla progettazione ed implementazione dell&#rsquo;architettura di sicurezza, al training per la prevenzione e la gestione degli incidenti, fino al ripristino delle attività in seguito ad attacco cibernetico.

Il Cybertech Europe, come il VMworld, sarà quindi un&#rsquo;occasione unica di dialogo e di incontro sui temi legati all&#rsquo;innovazione e alla tecnologia.


Il VMworld 2017 sarà il più incredibile di sempre e noi abbiamo deciso di renderlo anche il più divertente!
Pubblica una tua foto ricordo significativa di un VMworld passato e lancia la sfida ai tuoi colleghi utilizzando l&#rsquo;hashtag#VMworldMemories.

 

Read more..

“Il mio VMworld”: i ricordi di Franco Puricelli, Systematika

Franco Puricelli, Director - Sales Manager & Business Development at Systematika Distribution

Sono ormai un veterano del VMworld, il primo al quale ho partecipato è stato anche il primo VMworld in assoluto, era il lontano 2004 a San Diego. Tra i relatori figuravano Diane Greene, presidente dell’azienda, insieme al marito, Mendel Rosenblum, capo scienziato e co-fondatore di VMware.

Si respirava un entusiasmo incredibile, erano le prime volte in cui si parlava di virtualizzazione e VMware mostrava per la prima volta vMotion, una funzionalità che aveva scatenato l&#rsquo;entusiasmo delle persone presenti. Ricordo anche l&#rsquo;annuncio di diverse tecnologie di terze parti che erano state invitate da VMware a partecipare all&#rsquo;evento e che sono state le prime tecnologie di ecosistema a essere presenti.

Un entusiasmo che non è andato scemando in tutti questi anni, anzi. Il VMworld rappresenta sempre un momento estremamente stimolante in cui comprendere meglio l&#rsquo;ecosistema VMware e la vision dell&#rsquo;azienda alla luce delle nuove soluzioni presentate. In questo senso, riveste ogni anno un interesse particolare il Solution Exchange, dove è possibile incontrare i Partner con cui VMware fa squadra e capire meglio le novità che caratterizzeranno l&#rsquo;IT.

Dal punto di vista tecnologico, quest&#rsquo;anno mi piacerebbe vedere approfondita la componente Cross Cloud, il cui sviluppo per Systematika è sicuramente interessante. Inoltre, alla luce del regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) i cui requisiti dovranno essere recepiti a breve dalle aziende, sono curioso di capire meglio l&#rsquo;aspetto legato alla sicurezza e le novità che VMware sta sviluppando in questo ambito.

Accanto alle novità che verranno presentate, che rappresentano sicuramente un aspetto chiave dell&#rsquo;evento, e agli interessanti keynote tenuti dai vertici di VMware, ritengo che il valore del VMworld stia anche, ovviamente, nella relazione: relazione che si traduce nella possibilità di incontrare persone di VMware che durante l&#rsquo;anno non abbiamo l&#rsquo;occasione di vedere, confrontarsi e discutere con loro, ma anche colleghi di altri Paesi o Partner per parlare del mercato e dei principali trend. Il VMworld è anche un momento importante per noi in cui fare scouting.

Guardando ai VMworld passati, mi piace ricordare quando Systematika è stata invitata a parlare nel corso di una sessione sul vSphere Optimization Assessment, un tema sul quale abbiamo una forte preparazione che abbiamo potuto condividere e mostrare ai partecipanti. E con altrettanto piacere ricordo quando abbiamo ricevuto il &#rsquo;Best Regional Marketing Campaign Southern Europe Channel Awards&#rdquo; nel 2004 e quando siamo stati premiati come distributore innovativo dell&#rsquo;area EMEA nel 2012, un riconoscimento che ci ha riempito di orgoglio e che è stata la dimostrazione del duro lavoro fatto nel tempo.

———————————————————————————-

Quest&#rsquo;anno ti aspettiamo a Barcellona dall&#rsquo;11 al 14 settembre per ilVMworld2017 Europe.

Il VMworld 2017 sarà il più incredibile di sempre e noi abbiamo deciso di renderlo anche il più divertente!
Pubblica una tua foto ricordo significativa di un VMworld passato e lancia la sfida ai tuoi colleghi utilizzando l&#rsquo;hashtag#VMworldMemories.

Read more..

“Il mio VMworld”: i ricordi di Franco Puricelli, Systematika

Franco Puricelli, Director - Sales Manager & Business Development at Systematika Distribution

Sono ormai un veterano del VMworld, il primo al quale ho partecipato è stato anche il primo VMworld in assoluto, era il lontano 2004 a San Diego. Tra i relatori figuravano Diane Greene, presidente dell’azienda, insieme al marito, Mendel Rosenblum, capo scienziato e co-fondatore di VMware.

Si respirava un entusiasmo incredibile, erano le prime volte in cui si parlava di virtualizzazione e VMware mostrava per la prima volta vMotion, una funzionalità che aveva scatenato l&#rsquo;entusiasmo delle persone presenti. Ricordo anche l&#rsquo;annuncio di diverse tecnologie di terze parti che erano state invitate da VMware a partecipare all&#rsquo;evento e che sono state le prime tecnologie di ecosistema a essere presenti.

Un entusiasmo che non è andato scemando in tutti questi anni, anzi. Il VMworld rappresenta sempre un momento estremamente stimolante in cui comprendere meglio l&#rsquo;ecosistema VMware e la vision dell&#rsquo;azienda alla luce delle nuove soluzioni presentate. In questo senso, riveste ogni anno un interesse particolare il Solution Exchange, dove è possibile incontrare i Partner con cui VMware fa squadra e capire meglio le novità che caratterizzeranno l&#rsquo;IT.

Dal punto di vista tecnologico, quest&#rsquo;anno mi piacerebbe vedere approfondita la componente Cross Cloud, il cui sviluppo per Systematika è sicuramente interessante. Inoltre, alla luce del regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) i cui requisiti dovranno essere recepiti a breve dalle aziende, sono curioso di capire meglio l&#rsquo;aspetto legato alla sicurezza e le novità che VMware sta sviluppando in questo ambito.

Accanto alle novità che verranno presentate, che rappresentano sicuramente un aspetto chiave dell&#rsquo;evento, e agli interessanti keynote tenuti dai vertici di VMware, ritengo che il valore del VMworld stia anche, ovviamente, nella relazione: relazione che si traduce nella possibilità di incontrare persone di VMware che durante l&#rsquo;anno non abbiamo l&#rsquo;occasione di vedere, confrontarsi e discutere con loro, ma anche colleghi di altri Paesi o Partner per parlare del mercato e dei principali trend. Il VMworld è anche un momento importante per noi in cui fare scouting.

Guardando ai VMworld passati, mi piace ricordare quando Systematika è stata invitata a parlare nel corso di una sessione sul vSphere Optimization Assessment, un tema sul quale abbiamo una forte preparazione che abbiamo potuto condividere e mostrare ai partecipanti. E con altrettanto piacere ricordo quando abbiamo ricevuto il &#rsquo;Best Regional Marketing Campaign Southern Europe Channel Awards&#rdquo; nel 2004 e quando siamo stati premiati come distributore innovativo dell&#rsquo;area EMEA nel 2012, un riconoscimento che ci ha riempito di orgoglio e che è stata la dimostrazione del duro lavoro fatto nel tempo.

———————————————————————————-

Quest&#rsquo;anno ti aspettiamo a Barcellona dall&#rsquo;11 al 14 settembre per ilVMworld2017 Europe.

Il VMworld 2017 sarà il più incredibile di sempre e noi abbiamo deciso di renderlo anche il più divertente!
Pubblica una tua foto ricordo significativa di un VMworld passato e lancia la sfida ai tuoi colleghi utilizzando l&#rsquo;hashtag#VMworldMemories.

Read more..

“Il mio VMworld”: i ricordi di Franco Puricelli, Systematika

Franco Puricelli, Director - Sales Manager & Business Development at Systematika Distribution

Sono ormai un veterano del VMworld, il primo al quale ho partecipato è stato anche il primo VMworld in assoluto, era il lontano 2004 a San Diego. Tra i relatori figuravano Diane Greene, presidente dell’azienda, insieme al marito, Mendel Rosenblum, capo scienziato e co-fondatore di VMware.

Si respirava un entusiasmo incredibile, erano le prime volte in cui si parlava di virtualizzazione e VMware mostrava per la prima volta vMotion, una funzionalità che aveva scatenato l&#rsquo;entusiasmo delle persone presenti. Ricordo anche l&#rsquo;annuncio di diverse tecnologie di terze parti che erano state invitate da VMware a partecipare all&#rsquo;evento e che sono state le prime tecnologie di ecosistema a essere presenti.

Un entusiasmo che non è andato scemando in tutti questi anni, anzi. Il VMworld rappresenta sempre un momento estremamente stimolante in cui comprendere meglio l&#rsquo;ecosistema VMware e la vision dell&#rsquo;azienda alla luce delle nuove soluzioni presentate. In questo senso, riveste ogni anno un interesse particolare il Solution Exchange, dove è possibile incontrare i Partner con cui VMware fa squadra e capire meglio le novità che caratterizzeranno l&#rsquo;IT.

Dal punto di vista tecnologico, quest&#rsquo;anno mi piacerebbe vedere approfondita la componente Cross Cloud, il cui sviluppo per Systematika è sicuramente interessante. Inoltre, alla luce del regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) i cui requisiti dovranno essere recepiti a breve dalle aziende, sono curioso di capire meglio l&#rsquo;aspetto legato alla sicurezza e le novità che VMware sta sviluppando in questo ambito.

Accanto alle novità che verranno presentate, che rappresentano sicuramente un aspetto chiave dell&#rsquo;evento, e agli interessanti keynote tenuti dai vertici di VMware, ritengo che il valore del VMworld stia anche, ovviamente, nella relazione: relazione che si traduce nella possibilità di incontrare persone di VMware che durante l&#rsquo;anno non abbiamo l&#rsquo;occasione di vedere, confrontarsi e discutere con loro, ma anche colleghi di altri Paesi o Partner per parlare del mercato e dei principali trend. Il VMworld è anche un momento importante per noi in cui fare scouting.

Guardando ai VMworld passati, mi piace ricordare quando Systematika è stata invitata a parlare nel corso di una sessione sul vSphere Optimization Assessment, un tema sul quale abbiamo una forte preparazione che abbiamo potuto condividere e mostrare ai partecipanti. E con altrettanto piacere ricordo quando abbiamo ricevuto il &#rsquo;Best Regional Marketing Campaign Southern Europe Channel Awards&#rdquo; nel 2004 e quando siamo stati premiati come distributore innovativo dell&#rsquo;area EMEA nel 2012, un riconoscimento che ci ha riempito di orgoglio e che è stata la dimostrazione del duro lavoro fatto nel tempo.

———————————————————————————-

Quest&#rsquo;anno ti aspettiamo a Barcellona dall&#rsquo;11 al 14 settembre per ilVMworld2017 Europe.

Il VMworld 2017 sarà il più incredibile di sempre e noi abbiamo deciso di renderlo anche il più divertente!
Pubblica una tua foto ricordo significativa di un VMworld passato e lancia la sfida ai tuoi colleghi utilizzando l&#rsquo;hashtag#VMworldMemories.

Read more..

“Il mio VMworld”: i ricordi di Franco Puricelli, Systematika

Franco Puricelli, Director - Sales Manager & Business Development at Systematika Distribution

Sono ormai un veterano del VMworld, il primo al quale ho partecipato è stato anche il primo VMworld in assoluto, era il lontano 2004 a San Diego. Tra i relatori figuravano Diane Greene, presidente dell’azienda, insieme al marito, Mendel Rosenblum, capo scienziato e co-fondatore di VMware.

Si respirava un entusiasmo incredibile, erano le prime volte in cui si parlava di virtualizzazione e VMware mostrava per la prima volta vMotion, una funzionalità che aveva scatenato l&#rsquo;entusiasmo delle persone presenti. Ricordo anche l&#rsquo;annuncio di diverse tecnologie di terze parti che erano state invitate da VMware a partecipare all&#rsquo;evento e che sono state le prime tecnologie di ecosistema a essere presenti.

Un entusiasmo che non è andato scemando in tutti questi anni, anzi. Il VMworld rappresenta sempre un momento estremamente stimolante in cui comprendere meglio l&#rsquo;ecosistema VMware e la vision dell&#rsquo;azienda alla luce delle nuove soluzioni presentate. In questo senso, riveste ogni anno un interesse particolare il Solution Exchange, dove è possibile incontrare i Partner con cui VMware fa squadra e capire meglio le novità che caratterizzeranno l&#rsquo;IT.

Dal punto di vista tecnologico, quest&#rsquo;anno mi piacerebbe vedere approfondita la componente Cross Cloud, il cui sviluppo per Systematika è sicuramente interessante. Inoltre, alla luce del regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) i cui requisiti dovranno essere recepiti a breve dalle aziende, sono curioso di capire meglio l&#rsquo;aspetto legato alla sicurezza e le novità che VMware sta sviluppando in questo ambito.

Accanto alle novità che verranno presentate, che rappresentano sicuramente un aspetto chiave dell&#rsquo;evento, e agli interessanti keynote tenuti dai vertici di VMware, ritengo che il valore del VMworld stia anche, ovviamente, nella relazione: relazione che si traduce nella possibilità di incontrare persone di VMware che durante l&#rsquo;anno non abbiamo l&#rsquo;occasione di vedere, confrontarsi e discutere con loro, ma anche colleghi di altri Paesi o Partner per parlare del mercato e dei principali trend. Il VMworld è anche un momento importante per noi in cui fare scouting.

Guardando ai VMworld passati, mi piace ricordare quando Systematika è stata invitata a parlare nel corso di una sessione sul vSphere Optimization Assessment, un tema sul quale abbiamo una forte preparazione che abbiamo potuto condividere e mostrare ai partecipanti. E con altrettanto piacere ricordo quando abbiamo ricevuto il &#rsquo;Best Regional Marketing Campaign Southern Europe Channel Awards&#rdquo; nel 2004 e quando siamo stati premiati come distributore innovativo dell&#rsquo;area EMEA nel 2012, un riconoscimento che ci ha riempito di orgoglio e che è stata la dimostrazione del duro lavoro fatto nel tempo.

———————————————————————————-

Quest&#rsquo;anno ti aspettiamo a Barcellona dall&#rsquo;11 al 14 settembre per ilVMworld2017 Europe.

Il VMworld 2017 sarà il più incredibile di sempre e noi abbiamo deciso di renderlo anche il più divertente!
Pubblica una tua foto ricordo significativa di un VMworld passato e lancia la sfida ai tuoi colleghi utilizzando l&#rsquo;hashtag#VMworldMemories.

Read more..

VMworld: la storia dell’innovazione passa (anche) da qui – Parte II


Iniziato nel 2004 come evento che raccoglieva un ristretto numero di appassionati, oggi
il VMworld è uno degli appuntamenti principali del mondo IT. E, nel corso degli anni, il VMworld ha rappresentato un&#rsquo;anticipazione sul futuro e sui trend del mercato dell&#rsquo;Information Technology.


VMworld 2010
San Francisco, California, e Copenhagen, Danimarca

 

Davanti a 17.000 persone, VMware presenta una nuova strategia e nuovi prodotti per aiutare le aziende e le istituzioni a superare il concetto di &#rsquo;IT come centro di costo&#rdquo;, verso un modello di &#rsquo;IT as a Service&#rdquo;, che crei un nuovo approccio a ogni livello di una moderna infrastruttura IT: infrastruttura, applicazioni e accesso per gli utenti.

Molte anche le novità tecnologiche per un&#rsquo;edizione che si rivela ricca di innovazione: VMware vCloud™ Director, la famiglia VMware vShield™ e i VMware vCloud Datacenter Services, che danno il via all’introduzione di un modello di cloud ibrido in grado di mettere in perfetto collegamento cloud pubblici e privati.

&#rsquo;Due anni fa VMware ha elaborato una nuova vision per modernizzare il data center e trasformare l&#rsquo;IT. Questa settimana stiamo facendo significativi passi avanti per far diventare realtà questo nuovo mondo dell&#rsquo;IT as a Service e del Cloud Computing ibrido&#rdquo; dichiara Paul Maritz, Presidente e CEO di VMware, durante il keynote di San Francisco.

 

VMworld 2011
Las Vegas, Nevada, e Copenhagen, Danimarca

 

“Own It. Your Cloud.” Questo lo slogan dell&#rsquo;evento che a Las Vegas vede 19.000 partecipanti.

E proprio sul cloud si concentrano i grandi annunci di prodotto di questa edizione: viene presentato vCloud, che rende più semplice per le aziende trovare, connettersi e gestire i servizi cloud del più vasto network di service provider al mondo. Fra le novità anche vCloud Connector 1.5, creato per vedere, trasferire e gestire carichi di lavoro fra cluster vSphere, cloud pubblici e privati.

Quell&#rsquo;anno il palco del VMworld Europe vede la presenza di un&#rsquo;eccellenza italiana, Ducati, che dichiara di aver virtualizzato il 75% dei propri sistemi da giugno 2007, abbattendo del 30% i propri costi hardware. Sulla nuova infrastruttura virtuale, Ducati è riuscita a implementare rapidamente nuove applicazioni d&#rsquo;importanza vitale in un settore dove realmente la velocità fa la differenza, ed è riuscita a lanciare sul mercato nuovi prodotti in tempi inferiori rispetto al passato.

 

VMworld 2012
San Francisco, California, e Barcellona, Spagna

Sotto il cappello &#rsquo;Right Here, Right Now&#rdquo;, l&#rsquo;evento vede più di 200 sessioni e Lab, più di 125 sponsor e espositori e ben 21.000 partecipanti negli Stati Uniti e 7.000 in Europa.

È l&#rsquo;anno dell&#rsquo;avvicendamento fra Paul Maritz e Pat Gelsinger alla guida della società ed è anche la prima volta che si parla di data center software-defined con l&#rsquo;annuncio della nuova VMware vCloud® Suite 5.1: i vantaggi della virtualizzazione vengono estesi a tutti gli ambiti del data center – compute, storage, networking e ai relativi servizi associati alla disponibilità e alla sicurezza.

È una piccola rivoluzione: l’architettura del data center definito dal software astrae tutte le risorse hardware per concentrarle in un pool aggregato utilizzando l’automazione per renderlo disponibile in maniera sicura ed efficiente.

 

VMworld 2013
San Francisco, California e Barcellona, Spagna


Sono passati dieci anni dal primo VMworld, i partecipanti dell&#rsquo;edizione US sono diventati oltre 22.000 e più di 9.000 in Europa, le novità tecnologiche annunciate sempre più innovative.

A un anno dall’introduzione dell&#rsquo;architettura software-defined data center, l&#rsquo;offerta pionieristica di VMware che ha guadagnato ampi consensi sia tra le grandi aziende che tra le start-up, vengono presentati nuovi prodotti e servizi progettati per aiutare l’IT ad accelerare l’adozione di una architettura software-defined in aree come il networking e la sicurezza, lo storage e l&#rsquo;availability, la gestione e l’automazione: si tratta di VMware NSX, VMware Virtual SAN, VMware vCloud Suite 5.5 e VMware vSphere® with Operations Management 5.5.

&#rsquo;Con gli annunci di oggi, VMware sta facendo un ulteriore passo avanti nell&#rsquo;aiutare le aziende a diventare più agili, reattive e profittevoli, commenta Raghu Raghuram, Executive Vice President, Cloud Infrastructure and Management di VMware nel corso del keynote. &#rsquo;I nuovi prodotti come VMware NSX e VMware Virtual SAN ridefiniranno l&#rsquo;hypervisor e il suo ruolo nel data center&#rdquo;. E aveva ragione…

 

 

VMworld 2014
San Francisco, California e Barcellona, Spagna



Il tema dell&#rsquo;edizione del 2014 è “No Limits”, che per VMware significa eseguire qualsiasi applicazione, su qualsiasi dispositivo, ovunque, utilizzando i prodotti VMware per far sì che tutto accada, naturalmente.

Anche quest&#rsquo;anno il focus è sul software-defined data center, con importanti novità che danno ai clienti ulteriori possibilità supportando framework open e ambienti di cloud ibrido con o senza tecnologia VMware. Fra le novità, VMware Integrated OpenStack, una nuova soluzione che consente alle organizzazioni IT di offrire API OpenStack in modo efficace tenendo conto delle esigenze degli sviluppatori e di fornire strumenti on top all&#rsquo;infrastruttura VMware.

Pat Gelsinger commenta: &#rsquo;Grazie alle tecnologie software-defined le aziende possono ora agire a una velocità senza precedenti. Questa capacità di avere un impatto reale è la chiave del successo del software-defined data center. VMware continua a innovare rendendolo più aperto, sicuro e agile.&#rdquo;

 

 

VMworld 2015
San Francisco, California e Barcellona, Spagna

Focus sull&#rsquo;hybrid cloud quest&#rsquo;anno, con l&#rsquo;annuncio di nuovi servizi per il cloud pubblico e nuove soluzioni per il software-defined data center che mirano ad aiutare i clienti a creare applicazioni più velocemente, migliorare la sicurezza IT e risolvere rapidamente i problemi, fornendo valore al business.

Raghu Raghuram, Executive Vice President e General Manager Software-Defined Data Center Division, commenta nel corso del keynote: &#rsquo;La digital transformation sta creando nuove opportunità e nuovi rischi in tutti i settori e le applicazioni sono il carburante di questa trasformazione. Con la strategia One Cloud, Any Application, Any Device e con la piattaforma unificata per il cloud ibrido, VMware offre alle organizzazioni leader del mercato la possibilità di distribuire queste app con la stabilità, la sicurezza e l&#rsquo;affidabilità di un&#rsquo;azienda enterprise e di innovare con l&#rsquo;agilità di una startup&#rdquo;.

La parola chiave di questa edizione è anche &#rsquo;containers&#rdquo;: VMware presenta infatti due anteprime tecnologiche: VMware vSphere Integrated Containers e VMware Photon Platform, che consentono ai team delle IT operation di fornire container in produzione on-premise e su cloud pubblico di VMware, VMware vCloud Air.

 

VMworld 2016
Las Vegas, Nevada, e Barcellona, Spagna

 

Arriviamo cosi alla più recente edizione del VMworld, che registra numeri incredibili:

  • 000 partecipanti negli Stati Uniti
  • Più di 10.000 partecipanti in Europa
  • Oltre 2.000 membri del VMUG
  • Oltre 2.900 partner
  • Quasi 100 giornalisti
  • 96 Paesi presenti

Gli annunci sono molto significativi perché segnano una svolta nelle relazioni di VMware con i propri partner. Sul palco Pat Gelsinger dichiara che, entro il 2030, il 52% di tutte le infrastrutture IT sarà ospitato su cloud pubblici. Il CEO affronta anche la crescita esponenziale dei dispositivi connessi, stimando che entro i primi tre mesi del 2019 ci saranno più dispositivi connessi che persone connesse.

Sono due gli annunci che segnano questa edizione: l&#rsquo;accordo con Amazon Web Services e quello con IBM: VMware Cloud on AWS è il frutto di un’alleanza strategica per costruire e fornire un’offerta ibrida perfettamente integrata che offra ai clienti l&#rsquo;esperienza del software-defined data center (SDDC) del leader nel private cloud, sul cloud pubblico più popolare, affidabile e robusto del mondo. VMware Cloud on AWS permette ai clienti di far girare le applicazioni in ambienti cloud privati, pubblici e ibridi basati su VMware vSphere.

VMware e IBM annunciano invece la disponibilità di servizi cloud che consentono alle organizzazioni di spostare rapidamente e facilmente carichi di lavoro nel cloud. Con più di 500 clienti condivisi, tra cui Marriott International, la partnership tra IBM e VMware aiuta molte aziende a estendere workload esistenti nel cloud in poche ore. Inoltre, IBM annuncia la formazione di circa 4.000 professionisti, fornendo loro le competenze necessarie per offrire ai clienti soluzioni VMware.

VMware presenta anche l&#rsquo;ampliamento della propria strategia per il cloud ibrido con la nuova VMware Cross-Cloud Architecture che permette ai clienti di eseguire, gestire, connettere e proteggere le applicazioni su cloud e sui dispositivi in un ambiente operativo comune.

 

 

E quest&#rsquo;anno…

 

 

Il countdown per il VMworld 2017, che si terrà dal 27 al 31 agosto a Las Vegas e dall&#rsquo;11 al 14 settembre a Barcellona, è iniziato.

Molte le novità attese: ci sarà una grossa enfasi sulla Cross-Cloud Architecture, l&#rsquo;architettura di cloud ibrido più completa del mondo, in grado di supportare concretamente le aziende nel promuovere la trasformazione digitale, ma lasciando loro la libertà di dedicarsi all’innovazione sui cloud. Non mancheranno attenzione alla mobility e a vSAN, elemento fondamentale del software-defined data center.

 

Di sicuro, anche quest&#rsquo;anno il VMworld rappresenterà un&#rsquo;occasione per capire meglio dove sta andando il mercato IT e per comprendere ancora una volta come VMware sia a pieno titolo fra le aziende che definiscono le tendenze e l&#rsquo;innovazione tecnologica.

 

 

Read more..

Go Que Newsroom Categories

Fatal error: Allowed memory size of 67108864 bytes exhausted (tried to allocate 40 bytes)
in /home/content/36/8658336/html/goquecom/wp-includes/wp-db.php on line 2022

Query Monitor